Per consultare ogni tipo di DOCUMENTI clicca qui sotto

http://www.arbitriscacchi.com/cgi-bin/arbitri.cgi?azione=listagen&tipo=DOC

per notizie più dettagliate : http://www.federscacchi.it/cinque.php

 

 

VERBALE di GARA

(modulo Vergara)

 

(Cliccare sul modulo per ingrandire)

 

 

VERBALE CONFERENZA ARBITRALE

Ladispoli

25 febbraio 2007

Verbale Conferenza Arbitrale

Ladispoli, 25 Febbraio 2007

 

Ordine del giorno:

1)         Relazione sull'attività svolta nel 2006

2)         Programma dell'attività per il 2007

3)         Nuova struttura della CAF

4)         Il tariffario degli arbitri.

5)         Varie ed eventuali

 

Alle ore 9 e 30 la riunione ha inizio

 

1)         Il presidente della CAF Scoleri Cardelli relaziona la Conferenza sull'attività svolta nel 2006 dando particolare risalto agli aspetti legati alle Olimpiadi degli Scacchi di Torino 2006.

2)         Il Presidente della CAF Scoleri Cardelli informa la conferenza in merito al programma per il 2007, accennando in particolare all'aumento delle quote del  tesseramento per l'anno 2007, all'istituzionalizzazione, voluta anche da FSI, dello stage arbitrale annuale, della creazione di stage annuali interregionali o territoriali, della probabile entrata in vigore del nuovo regolamento del Settore Arbitrale attualmente in fase di approvazione da parte del CONI..

3)         Il Presidente Scoleri Cardelli informa l'assemblea in merito ai cambiamenti avvenuti all'interno del Consiglio a causa delle dimissioni del Sig. Maurizio Mascheroni da consigliere e segretario della stesso e cioè: ingresso del Sig. Paolo Marson – in quanto primo dei non eletti – come consigliere della CAF e nomina del Sig. Ettore Saccani come segretario.

4)         Il Consigliere Sergio Pagano illustra all'assemblea le caratteristiche del nuovo tariffario degli arbitri che sarà sottoposto all'approvazione del Consiglio Federale dell FSI.

            Ne è seguita lunga e vivace discussione alla quale hanno partecipato molti dei presenti alla Conferenza:

            Maurizio chiede chiarimenti circa l'utilizzo del proprio materiale per la gestione del torneo (PC, stampante e cancelleria varia) in risposta a questo argomento Rigo dice che l'arbitro deve presentarsi al torneo con la propria attrezzatura mentre Renier non ritiene sia il caso di codificare questo tipo di spese. De Sio evidenzia la peculiarità dei tornei semilampo per lunghezza e difficoltà di gestione, sostenendo che la tariffa giornaliera prevista non è adeguata. Paolinelli propone diverse modifiche alle cifre del documento CAF: aumento della diaria per i tornei di circolo eliminando la parte relativa alle spese di viaggio, diaria del direttore di un torneo WE a € 45 e delle manifestazioni ufficiali a € 50. Paolinelli affronta anche l'argomento designazioni che sarà discusso al punto successivo. Tempestini propone varie modifiche simili a quelle di Paolinelli. Gisolini chiede che siano utilizzati i nomi Blitz e Rapid invece di lampo e semilampo per non ingenerare confusione nei termini. Rigo chiede informazioni circa le "pratiche di omologazione" citate nel documento. Nanni lamenta soprattutto lo scarso tempo avuto a disposizione per leggere e studiare la proposta CAF, si dice in disaccordo soprattutto sul ribasso delle cifre in generale e in particolare quella per i tornei Week End e tornei di circolo. Bellatalla  apprezza il lavoro fatto per la costruzione di un documento così articolato ma non è d'accordo circa il concetto di "NON gratuità" della prestazione arbitrale che emerge dal documento così come chiede siano previste delle cifre massime per le prestazioni arbitrali.

            Chiede inoltre che vengano eliminati i punti 6 e 8 delle "Norme ulteriori". Anche Forlivesi lamenta lo scarso tempo avuto per studiare il documento. Strazzullo ritiene che le tariffe proposte per i vari tipi di torneo non siano proporzionali all'effettivo impegno richiesto all'arbitro per la gestione del torneo. Il consigliere Pagano interviene per replicare a diverse obiezioni e commenti degli interventi precedenti. Priori e Mircoli fanno varie considerazioni in merito alle differenze di gestione dei tornei WE e semilampo. Vacca ritiene che sia possibile azzerare le diarie previste in caso di arbitri regionali e candidati nazionali. Anche Ricca ribadisce il concetto delle differenze esistenti tra tornei WE e grandi eventi in termini di impegno personale dell'arbitro. Ritiene anche che sarebbe utile che gli organizzatori pagassero le diarie e le spese arbitrali direttamente alla FSI o alla CAF che poi dovrebbe "girare" periodicamente agli interessati le cifre ricevute. Con questi argomenti è d'accordo Di Giulio mentre Vitale ritorna a fare considerazioni varie sulle cifre minime e massime del documento CAF. Badiali esprime varie considerazioni sul documento. Anche Saccani ritiene che si possano fare modifiche all'interno del documento ma che queste debbano essere fatte dopo un congruo periodo di rodaggio, tanto più che le tariffe proposte possono essere modificate anno dopo anno. Tempestini ritiene che la cifra di € 30 per il direttore di un torneo WE sia troppo bassa. Carbonari espone diverse considerazioni sui punti 9 e 10 delle norme ulteriori. Renier esprime apprezzamento per il documento CAF sul quale avrebbe dei piccoli aggiustamenti da fare che possono aspettare di essere verificati nel tempo. Cervero, parlando con voce da organizzatore ritiene che per i piccoli tornei locali sia fondamentale mantenere la possibilità di contrattazione fra arbitro e organizzatore, esprime inoltre alcune considerazioni sui punti 6 e 8 del documento. Maurizio si dice in linea di massima d'accordo con il documento. Di Giulio pone il problema del vitto e alloggio nel caso sia l'arbitro a decidere di tornare a casa. Sfera si dice d'accordo con il documento. Rigo si dice d'accordo con il documento anche analizzandolo con il punto di vista dell'organizzatore. Il consigliere Pagano interviene in replica agli interventi di Ricca, Renier, Saccani, Cervero e Vacca. La discussione ha termine. 

5)         Il Consigliere Raffaele Lombardi aggiorna i partecipanti alla Conferenza in merito a quelle che saranno le nuove procedure di designazione degli arbitri per quanto riguarda il periodo di competenza della CAF. E' seguita discussione che ha avuto per oggetto anche le procedure di designazione utilizzate dai fiduciari regionali. Sono intervenuti: Cervero, Compagno, che ha affrontato il problema della rotazione delle designazioni a cura del fiduciario regionale, Rigo, Vacca,  sui compiti istituzionali del fiduciario regionale, Renier, sulla difficoltà di organizzazione dell'attività regionale e delle designazioni.

 

Alle ore 12 e 40 la Conferenza ha termine.

 

Il Presidente                                                                   Il Segretario

Giuseppe Scoleri Cardelli                                            Ettore Saccani